Ci siamo trasferiti a questo indirizzo: http://themorrigan.forumfree.net/
Vieni a trovarci sul nuovo forum!



 
PortaleIndiceGalleriaChatGuestbookFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Il bianco druidico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Il bianco druidico   Mar Ago 25, 2009 3:52 pm

«II sacerdote, vestito di bianco, sale sull'albero, taglia il vischio con un falcetto d'oro e lo raccoglie in un panno bianco»

Quello sopra riportato è il celebre testo di Plinio il vecchio riguardante la raccolta del vischio dal quale nasce l’immaginario comune del Druido bianco vestito, ed è difficile stabilirlo; ma siamo sicuri che tale colore sia esclusivo della casta sacerdotale celtica?

Purtroppo altre fonti continentali non ne abbiamo, tombe di druidi con frammenti di tessuto non ve ne sono

Va detto però che all’interno della mitologia irlandese altri esempi che descrivono l’abbigliamento del druida vi sono e sono molto interessanti:

Testi tratti dal libro “i Druidi” di Le Roux e Guyonvarc’h.

«Una grande folla di druidi s'era riunita intorno al primo druida, di nome Recrad, che volle uccidere san Patrizio. Ed egli venne verso di loro, assie­me a nove druidi rivestiti di candide vesti» The tripartite life of Patric II

Le testimonianze che seguono sono mitiche, a partire da quella riguardante il druida irlandese Mog Ruith («Servo della Ruota»), il quale, accorrendo in soccorso degli abitanti del Munster, enumera tutto quan­to dovrà essergli corrisposto in cambio di tale impresa:

«Cento vacche della soccida, dal manto splendente e bianco, ricche di lat­te; cento maiali ingrassati a dovere; cento buoi forti e lavoratori; cento ca­valli da corsa; cinquanta tuniche belle, bianche e morbide; inoltre la figlia del secondo signore dell'est, oppure quella del primo dopo di lui, per farmi avere dei figli» L’assedio di Druim Damhghaire

Poi è la volta di un personaggio che è poeta e guerriero a un tempo, Ferchertne:

«"Gente altera", disse Ailill, "e chi sono, Fergus? ". "in verità, io lo so", disse Fergus, "sono uomini d'arte degli Ulati schierati attorno a Ferchert­ne, e l'uomo bianco che esegue i numerosi giochi d'arme che hai visto è il dottore degli Ulati, Ferchertne. Quando egli satireggia, laghi e fiumi calano davanti a lui; quando elogía, si gonfiano» Versione Stowe contenuta in un manoscritto del 1633

«Ferchertne, figlio di Coirpre, figlio di Iliag, è l'uomo bianco e lucente che esegue giochi d'armi sopra di loro. E’ il re‑poeta fra i re dei poeti degli Ulati e vigila sulla retroguardia di Conchobar quando questi va nelle terre dei suoi nemici. Se qualcuno desidera intrattenersi con il re, non lo può fare se, prima, non si è rivolto a quest'uomo» L’ebrezza degli Ulati

L'ultimo esempio rifulge di candore sacerdotale:

«Davanti a loro, a oriente, là fuori», disse Crom Deroil, «ho visto un'altra compagnia. Un uomo soave, anziano, bianco‑grigio, marcia in testa. In­dossa unmantello bianco splendente, con bordi d'argento candidissimo. Una bella, bianchissima tunica gli avvolge le membra. Porta sotto il man­tello un pomo di candido argento; una bacchetta di bronzo all'altezza della spalla. La sua voce ha la dolcezza di una melodia. La sua parola è fortissi­ma e chiarissima [ ... ]. Quest'uomo è il druida‑storico dell'Ulster, il grande Sencha, figlio di Ailill, figlio di Maechlog, di Carnmag degli Ulati, l'uomo più eloquente della terra, colui che pacifica l'esercito degli Ulati. Egli potrebbe pacificare gli uomini del mondo, da oriente a occidente, con tre parole azzecate» Ibid

Da questi pochi testi si evincerebbe che in effetti il colore dei Druidi sia proprio il bianco, per lo meno quando operano nella loro arte, ma non solo, danno un indicazione del fatto che non vi sia una differenza cromatica a seconda la specializzazione, che esso sia un esperto di magia, un bardo o uno storico sono sempre vestiti di bianco.

Celticpedia

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
 
Il bianco druidico
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: MAGICA ARTE :: I Templi delle Divinità Arcane :: Miti e leggende-
Andare verso: