Ci siamo trasferiti a questo indirizzo: http://themorrigan.forumfree.net/
Vieni a trovarci sul nuovo forum!



 
PortaleIndiceGalleriaChatGuestbookFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Il ruolo della donna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 7:02 pm

Il post di Janus qui riportato mi ha dato l'ispirazione per aprire una nuova discussione su quale sia, secondo voi, il ruolo della donna ai giorni nostri.
Vorrei che partecipaste attivamente e faceste le vostre considerazioni in merito.
OVVIAMENTE, a prescindere da pareri contrari e discordati, tutto deve essere trattato con il massimo rispetto e la maggior dose di serenità possibile. Grazie.


Nota: potete trovare la discussione orginale qui

Janus ha scritto:
Partiamo dal presupposto che io non sono maschilista, tecnicamente sarei d'accordo, ma ATTENZIONE, il discorso qui è molto sottile, ovvero la Donna non deve stare a casa ed accudire il marito (da noi in sicilia si dice : ha stare a casa a cusere a quasetta: deve stare a casa a rammendare i calzini) perché non sia intelligente, o perché non abbia altre caratteristiche o potenzialità...

Allora quello che penso io è questo: L'Uomo e la Donna hanno due ruoli fondamentali, l'Uomo deve lavorare, in quanto incarna il maschile, ciò che è attivo e quindi deve pensare a sfamare e prendersi cura della famiglia, lavorando e portando il pane a casa, ovviamente se lavora non è a casa, dunque qui subentra la Donna, che dato che incarna il femminile, ciò che è passivo in mancanza del marito a casa dovrebbe occuparsi della casa e dell'educazione dei figli, diciamo che il modello di famiglia perfetta sarebbe questo, perché ognuno resta nei suoi ruoli, quindi attenzione, non si parla di meriti, di servitù, o di maschilismo materialista, si tratta semplicemente di avere dei ruoli da rispettare così da mantere un equilibrio, perché io per esempio lo vedo nella mia famiglia, Quando eravamo piccoli io e mio fratello, mia madre non lavorava, ma lavorava solo mio padre, così quando la mattina eravano a scuola, mia madre pensava alla casa, al nostro ritorno, c'era la casa sistemata, il piatto a tavola, e tutto in ordine e il pomeriggio mia madre passava il tempo a farci fare i compiti, e poi ovviamente la sera prima di cenare parlava con mio padre, poi si cenava e si andava a letto...

Dopo qualche anno mia madre cominciò a lavorare, e durante il perido che iniziò a lavorare nell'arco di questi undici anni sono spuntati un altro fratello ed una sorella, che hanno rispettivamente 11 e 7 anni, ovviamente quello che ho notato è stato questo, i miei lavorando tutti e due, non sono sempre a casa, e ho notato che i miei due fratelli più piccoli sono: Viziati, Piagnucolosi, Non volgliono nemmeno studiare, senza considerare il fatto che quando sono a casa cucino io visto che i miei non ci sono e quindi penso, ma se io non c'ero e mia madre lavorava, automaticamente in quest'altra situazione si lasciavano i bambini ai nonni...

Ora quello che voglio dire la figura femminile della casalinga è di un'importanza allucinante, e il mio modo di vederla non ha nulla a che vedere con il maschilismo ignorante che vige da molto tempo... la donna non è inferiore, ma il suo ruolo in teoria dovrebbe essere quello da me descritto, ed è qui che si vede l'importanza di avere una moglie forte, decisa, intelligente, comprensiva, che sappia sostenere una famiglia, fare la casalinga è più pesante di dover andare a lavorare, tornare a casa e trovare il piatto pronto... per questo io ammiro la donna che sa cucinare, che sappia badare ai figli, che sappia fare le pulizie di casa, che sappia sostenere questa fatica...

e molte volte mi capita di vedere e conscere donne così, che hanno mariti che nemmeno le rispettano, se io avessi un giorno una moglie così mi reputerei fortunato, felice, e soprattutto farei di tutto per gratificarla del lavoro che fa a casa... la porterei a cena fuori, uscite con amici, trovando il tempo libero massaggi...per ricambiare quello che lei fa per me sisi

La donna forte secondo me è la donna che riesce a mandare avanti casa e famiglia...ripeto nulla a che vedere con il maschilismo ignorante...

(Ad esempio nel Tantrismo, il Kamasutra descrive non le posizioni e basta, ma posizioni attraverso le quali si mostra il compito della donna che è di portare l'uomo ad una tensione massima di piacere, tanto da fargli avere delle esperieze particolari, in poche parole: magia sessuale! La donna deve essere di supporto al marito, e viceversa, da qui gli opposti si alternano e si completano) chiusa parentesi...

Tutto questo per riassumere quando sia importante il ruolo di una donna che stia a casa e mantenga un ambiente favorevole per la coppia e la famiglia... (per questo sono convinto che non troverò mai la mia dolce metà -.- )

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family



Ultima modifica di g0rka il Lun Mag 25, 2009 7:09 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 7:02 pm

Janus ha scritto:

Allora quello che penso io è questo: L'Uomo e la Donna hanno due ruoli fondamentali, l'Uomo deve lavorare, in quanto incarna il maschile, ciò che è attivo e quindi deve pensare a sfamare e prendersi cura della famiglia, lavorando e portando il pane a casa, ovviamente se lavora non è a casa, dunque qui subentra la Donna, che dato che incarna il femminile, ciò che è passivo in mancanza del marito a casa dovrebbe occuparsi della casa e dell'educazione dei figli, diciamo che il modello di famiglia perfetta sarebbe questo, perché ognuno resta nei suoi ruoli, quindi attenzione, non si parla di meriti, di servitù, o di maschilismo materialista, si tratta semplicemente di avere dei ruoli da rispettare così da mantere un equilibrio, perché io per esempio lo vedo nella mia famiglia,
[...]
Ora quello che voglio dire la figura femminile della casalinga è di un'importanza allucinante, e il mio modo di vederla non ha nulla a che vedere con il maschilismo ignorante che vige da molto tempo... la donna non è inferiore, ma il suo ruolo in teoria dovrebbe essere quello da me descritto, ed è qui che si vede l'importanza di avere una moglie forte, decisa, intelligente, comprensiva, che sappia sostenere una famiglia, fare la casalinga è più pesante di dover andare a lavorare, tornare a casa e trovare il piatto pronto... per questo io ammiro la donna che sa cucinare, che sappia badare ai figli, che sappia fare le pulizie di casa, che sappia sostenere questa fatica...

e molte volte mi capita di vedere e conscere donne così, che hanno mariti che nemmeno le rispettano, se io avessi un giorno una moglie così mi reputerei fortunato, felice, e soprattutto farei di tutto per gratificarla del lavoro che fa a casa... la porterei a cena fuori, uscite con amici, trovando il tempo libero massaggi...per ricambiare quello che lei fa per me sisi

La donna forte secondo me è la donna che riesce a mandare avanti casa e famiglia...ripeto nulla a che vedere con il maschilismo ignorante...


La donna passiva e l'uomo attivo?! Non sentivo sta cosa da una vita e mezzo!
Il fatto che una donna possa avere un carattere maggiormente remissivo, accondiscendente, dolce o "accogliente" non la rende certo passiva rispetto all'uomo... ne, tanto meno, lo fanno i cosiddetti "ruoli" nella vita, nel lavoro e nell'atto sessuale.
A proposito, poi, delle differenze caratteriali, vorrei mettere in luce il fatto che determinati aspetti non sono necessariamente facenti parte della natura femminile. Esistono donne molto più forti, attive, insensibili e via dicendo di uomini.
Anzi! Natura?! Siamo proprio sicuri che si tratti di aspetti naturali?! E se invece fossero conseguenza di anni e anni di maschilismo?!
La donna DOVEVA essere quanto ho elencato prima... e ancora: docile, servizievole, efficente ecc ecc ecc
Non c'era una scelta a meno che non si volesse finire male.
E se tutto questo non ci fosse stato? Se le società patriarcali fossero state matriarcali?! Bhè probabilmente "i casalinghi" di ieri e di oggi sarebbero gli uomini, i "docili" sarebbero gli uomini, gli "educatori di bambini" sarebbero gli uomini... e le lavoratrici (fuori casa) le donne! O forse NEMMENO! Dopo tutto la storia ci mostra come, in alcune società, la donna partecipasse come guerriera alle battaglie al pari degli uomini, avesse posizioni di rilievo (addirittura ci sono diverse regine senza re!) e poi si occupasse ANCHE dell'amministrazione e della gestione dell'ambiente familiare perchè, semplicemente, l'uomo non ne era in grado (vedi la donna celta)!
Ma andiamo avanti.
Parli di doveri e di ruoli. Ebbene, dimmi: Chi ha detto e dov'è scritto che il DOVERE e il RUOLO di un uomo sia quello di passare la giornata fuori casa, al lavoro, e quello della donna di stare a casa a far la casaliga? Perchè dovrebbero essere questi? MA SOPRATTUTTO: esistono davvero questi fantomatici "ruoli prestabiliti"? La MIA risposta è NO!
E poi ancora:
Il "modello di famiglia pefetta"? Cioè?! Esiste una famiglia perfetta?! Esiste un modello da seguire?! E anche questo: chi lo ha stabilito?!
E ANCHE QUALORA RUOLI, DOVERI E MODELLI DI FAMIGLIA ESISTESSERO EFFETTIVAMENTE, FOSSERO RICONOSCIUTI E STABILITI: QUESTO VUOL DIRE CHE SONO GIUSTI?!
Per concludere:
Hai scritto:" farei di tutto per gratificarla del lavoro che fa a casa... la porterei a cena fuori, uscite con amici, trovando il tempo libero massaggi...per ricambiare quello che lei fa per me sisi".
Ti è mai passato per la testa che forse le donne ne hanno piene " le palle " di fare le casalinghe mantenute e di ACCONTENTARSI di un invito a cena come gratificazione?! Pensi che questo basti a sentirsi soddisfatti della propria vita?! Non è che forse una donna che ha talento per un determinato settore vorrebbe applicarsi in quello, renderlo fonte di sostentamento, di crescita personale, di AUTONOMIA e di GRATIFICAZIONE?! Non è che magari stai prendendo un essere umano e gli stai facendo passare la vita a lavare pavimenti rendendogli l'esistenza come minimo monotona, faticosa e VUOTA?! Si perchè crescere ed educare i figli ci può stare (ma questo non è compito esclusivo della madre, ma lo è altrettanto del padre e può esser fatto anche se i genitori lavorano - il fatto che nella tua famiglia possa non esser stato così non vuol dire che sia la regola! - ) ma fare le pulizie, preparare colazione, pranzo e cena per la famiglia, lavare i piatti circa tre volte al giorno per più persone... QUESTO non da NIENTE alla persona, nessuna gradificazione, nessuna soddisfazione... SOLO avvilimento!
Si tratta di un ciclo continuo di azioni ripetute per far vivere bene un uomo, a prescindere che questo ne sia grato o meno... e le donne hanno smesso di vivere in funzione del loro padre e poi del marito tanto tempo fa Janus.

La donna forte secondo te "è la donna che riesce a mandare avanti casa e famiglia"... e la donna che va a fare il militare? La donna che dopo anni di sacrifici e studi pagati con il sudore della propria fronte riesce a coronare il suo sogno lavorativo? La donna che fa il medico e salva vite ogni giorno e tante altre le si spengono tra le mani? Quelle donne e tutte le altre che non sono Paris Hilton, le donne vere, che magari sono anche single o forse hanno una numerosa famiglia ma NON sono casalinghe... quelle non sono donne forti?

Janus il tuo è un discorso...se non maschilista sicuramente tradizionalista e conservatore...

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 7:20 pm

Mia madre ha una simpatica calamita sul frigo con scritto: "La mente è una cosa troppo preziosa per perderla nei lavori domestici" :asd:

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
Momo
Strega
Strega
avatar

Femminile Numero di messaggi : 82
Età : 29
Data d'iscrizione : 24.11.08

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 7:35 pm

Beh, mia madre è ormai da circa 16 anni una "casalinga", ma certo non per scelta...ti posso solo dire che vederla uscire con le amiche, poi torna tardi, il pranzo improvvisato, la casa disordinata...a me non importa niente!
Mio padre non si è mai lamentato se ha trovato il pavimento sporco o il letto non fatto, SA che anche lei deve avere una vita autonoma al di fuori della casa, e questi sono i mariti che meritano questo appellativo, certo non quelli che vogliono trovare la casa tutta in ordine...se vogliono l'ordine, se le lavino da soli le camicie!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 7:59 pm

Guarda che sono tradizionalista e consevartore è vero, e su tutto quello che hai detto, sono pienamente d'accordo con te non esitono ruoli prestabiliti, infatti ho sottolineato che per come la vedo IO e per le MIE idee, e quindi ho scritto SECONDO ME, io ho descritto il tipo di donna che vorrei avere a fianco SECONDO I MIEI parametri!

...io non ho detto che deve passare la sua vita a casa, sono davvero si muore di depressione e di avvilimento....

Poi per quanto riguarda l'attivo ed il passivo, non bisogna prendere i concetti letteralmente, ma il modo di manifestarsi, anche io sono consapevole che ci sono donne più forti e più autoritaria di uomini, l'ho visto io stesso, ma la donna per quanto forte incarna sempre energia passiva, nel senso del movimento (non fisico) ma sinuoso caratteristico dell'aspetto femminile dell'energia... l'attivo ed il passivo di cui parlo io, si riferiscono all'attivo e passivo come Yin e Yang, opposti e complementari, dove nessuno è più forte dell'altro e lo Yin (Energia Passiva Femminile) si può trasformare in Yang (Energia attiva maschile), tutto questo dipende dalle situazioni, ad esempio se parliamo di anni e anni addietro quando l'uomo ancora andava a cacciare per sopravvivere, andavano solo gli uomini le donne stavano con i bambini, e per quella situzione il ruolo doveva essere quello, ovvio che ai giorni nostri, non si può riproporre tale concetto, e man mano che andiamo aventi nel tempo vediamo come le energie cominciano a intrecciarsi e a mescolarsi, Donne che Manifestano aspetti Yang in eccesso e Uomini che Manifestano asèetti Yin in eccesso, per la situazione odierna, può anche andare bene che una donna lavori, io non nego il lavoro alle donne, anzi ci sono donne che sono molto più brave degli uomini in molti lavori, semplicemente, non bisognerebbe trascurare quegli aspetti principali che dovrebbero avere la priorità...

Soprattutto se io avessi un giorno una moglie che è un genio in qualsiasi materia, io sono il primo a dire vai avanti prosegui, approfondisci e sfonda... l'importante è non trascurare i principi ed i valori familiari, lo stesso vale per l'uomo, il fatto che io abbia scritto che l'uomo deve andare fuori a lavorare, e poi torna a casa e trova il pasto pronto, ovviamente non lo esclude dai doveri di padre... altrimenti che padre sarebbe...? vedi io sono per la parità di sesso solo quando però i valori familiari non vengono meno, se vengono meno c'è qualcosa che non va....

Poi anche il modello di famiglia perfetta, ovvio non esiste la famiglia perfetta, ma sempre secondo i miei parametri, quella da me descritta sarebbe una famiglia perfetta secondo i miei bisogni ed i miei modi di vedere le cose, guarda magari fra 3 - 4 anni cambierò visione e cambieranno anche i miei parametri, io parto dal presupposto che tutto è mutamento, quindi siamo soggetti ai cambiamenti continui, solo che ci sono delle cose che nono dovrebbero cambiare, se cambia tutto radicalmente, mancherebbero i perni per far ruotare tutto... lo stesso nelle singole persone ognuno di noi ha una sua natura sia caratteriale, sia fisica, sia spirituale, ora ci sono delle cose in queste tre nature che cambieranno sempre e sempre, ma alcune cose come principi e valori che non possono cambiare perché devono fungere da perni per far ruotare tutto, senza perni fissi sarebbe come costruire castelli in aria...

Quindi la donna può lavorare, può fare tutto ciò che vuole senza sottrarsi ai doveri di figlia, di madre, di moglie e un giorno di nonna, quello che non deve cambiare di molto è il rapporto che lega alla famiglia e quindi ecco il perno, alla fine quando io lavoro è per vivere e per campare una famiglia, il lavoro mi serve a questo, ovviamente oltre al lavoro e alla famiglia si possono e si devono fare tante cose, tante esperienze, e tanto altro, ribadisco però bisogna ceracare di non sottrarsi ai doveri naturali di madre e moglie...

Tu dirai ma chi ha deciso i DOVERI?, Nel momento in cui tu hai un figlio/a, è compito tuo crescerlo/a insieme al marito, ecco li i doveri di madre, lo stesso di moglie, sei tu che hai scelto l'uomo da sposare il primo dovere verso quella persona è il rispetto, in quanto non solo si presuppone che tu lo ami, ma avendo sugellato il vostro rapporto con un rituale liturgico quale è il matrimonio, tu stai offrendo e chiedendo al tempo stesso, il vostro sentimento alle divinità e chiedendo la protezione per il vostro rapporto... quindi da qui i doveri di moglie che poggiano pure sul lato "Religioso"... tutto questo ambaradam di discorso vale per l'uomo... ripeto io sono per la parità dei sessi...

Detto questo, tutte queste cose che ho scritto, ovviamente non sono fisse, ma mutevoli, io non cerco la donna che vorrei, io voglio la donna che sappia rispondere ai miei bisogni ed alle mie esigenze sperando che lei trovi in me il riscontro per le sue esigenze ed i suoi bisogni, nella risposta alla domanda, io ho generalizzato molto, ma il discorso che ho fatto sulla donna vale pure per l'uomo... non si scappa...tant'è che io so cucinare, lavo i piatti, pulisco i pavimenti, sono cose che si devono saper fare...per tantissimi motivi... ^^

Momo
...io non ho detto che deve passare la sua vita a casa, se no davvero si muore di depressione e di avvilimento....anche mia madre esce la sera a cena con i colleghi e mio padre nemmeno si lamenta, vedete io non vorrei essere stato freinteso...

Quando parlo di ruolo della donna non intendo che debba passare il resto della sua vita a fare sempre le stesse cose, ma per ruolo e dovere intendo determinati concetti che non devono cambiare nonostante la vita che si faccia, alla fine il pasto o il letto, io ho fatto esempi molto materilai, quello che voglio indicare con questi esempi è il supporto della donna all'uomo et viceversa... magari ho sbagliato a generalizzare troppo il discorso e quindi mi sa che si rischia il freintendimento... io per primo sono quello che vuole in una coppia i liberi spazi per tutti e due... uomo e donna... Wink
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 8:23 pm

Janus ha scritto:
può anche andare bene che una donna lavori, io non nego il lavoro alle donne, anzi ci sono donne che sono molto più brave degli uomini in molti lavori, semplicemente, non bisognerebbe trascurare quegli aspetti principali che dovrebbero avere la priorità...

Leviamo il "può". Che una donna lavori va bene, punto.
Poi: gli aspetti principali sarebbero?

Janus ha scritto:
il fatto che io abbia scritto che l'uomo deve andare fuori a lavorare, e poi torna a casa e trova il pasto pronto, ovviamente non lo esclude dai doveri di padre... altrimenti che padre sarebbe...? vedi io sono per la parità di sesso solo quando però i valori familiari non vengono meno, se vengono meno c'è qualcosa che non va....

Scusami eh! Hai scritto prima che fare la casaliga è più faticoso che lavorare fuori casa spesso e volentieri. E allora dimmi: perchè l'uomo che torna a casa DEVE trovare il pasto pronto? Questo non è rispettoso nei confronti di una donna che ha faticato molto più di lui e, come se non bastasse, deve anche riempire lo stomaco altrui e poi sistemare sala da pranzo e cucina!


Janus ha scritto:
ma alcune cose come principi e valori che non possono cambiare perché devono fungere da perni per far ruotare tutto, senza perni fissi sarebbe come costruire castelli in aria...

C'è da vedere quali siano questi principi e valori. Tutto è discutibile.


Janus ha scritto:
Quindi la donna può lavorare, può fare tutto ciò che vuole senza sottrarsi ai doveri di figlia, di madre, di moglie e un giorno di nonna [...] ribadisco però bisogna ceracare di non sottrarsi ai doveri naturali di madre e moglie...

I "doveri" da figlia posso capirli. O meglio: la riconoscenza. Se hai dei genitori che hanno fatto sacrifici per te e ti hanno sostenuto per gran parte della vita, ricambiare o almeno esser grati e provare a dare una mano è come minimo doveroso.
I doveri di madre sono indiscutibili! I doveri da nonna decisamente meno... una nonna non è tenuta ad occuparsi dei nipoti, lo fa per affetto.
I doveri di moglie sono inesistenti! Esistono i doveri "di coppia" che sussistono a prescindere dal matrimonio e che COMUNQUE variano a seconda della coppia molto spesso. Chiamarli doveri è inapproriato, si tratta di basi. Una di queste, per fare un esempio, potrebbe essere la sinceritò, o il rispetto, la fiducia e via dicendo.
NON E' DOVERE DI UNA MOGLIE PREPARARE LA CENA AL MARITO, STIRARGLI LE CAMICIE E VIA DICENDO.

Janus ha scritto:
lo stesso di moglie, sei tu che hai scelto l'uomo da sposare il primo dovere verso quella persona è il rispetto, in quanto non solo si presuppone che tu lo ami, ma avendo sugellato il vostro rapporto con un rituale liturgico quale è il matrimonio, tu stai offrendo e chiedendo al tempo stesso, il vostro sentimento alle divinità e chiedendo la protezione per il vostro rapporto... quindi da qui i doveri di moglie che poggiano pure sul lato "Religioso"... tutto questo ambaradam di discorso vale per l'uomo... ripeto io sono per la parità dei sessi...

Ecco appunto! Rispetto! Quindi basi, principi... NON doveri! O, se anche fossero doveri, il "rispetto" non comprende certo mansioni tipiche di una casalinga! Ripeto: Il rispetto di un marito che si aspetta di trovare qualcosa a tavola di gustoso quando la moglie ha passato una giornataccia dove sta?! Non sarebbe più rispettoso e paritario se lui il pranzo se lo preparasse da solo? O se finito di mangiare lavasse i piatti e mettesse il bucato in lavatrice?
Tu hai scritto che certe cose (come appunto cucinare) le sai fare e le fai... ma allora lì cade il concetto della moglie casalinga!





P.S. pardon ma in questo contesto la passività dell'energia femminile e via dicendo non c'azzecca un cavolo XD

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family



Ultima modifica di g0rka il Lun Mag 25, 2009 8:40 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
.oO Bako Oo.
Moderatore
Moderatore
avatar

Maschile Numero di messaggi : 534
Età : 25
Localizzazione : l' infinitO
Titoletto Personale : scimmia indemoniata mod on XD
Data d'iscrizione : 08.04.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 8:30 pm

janus in una casa....in una famiglia......non c'è solo la donna

pensa una donna che lavora per poi tornare a casa e farsi ancora il culo per tenere la casa pulita.......come diceva gorka perchè dovrebbe essere lei a farti la pastina col sughetto......il matrimonio si basa sul rispetto (come tu hai già detto ), ma ci deve anche essere complicità e collaborazione.......la donna è l'uomo hanno gli stessi doveri sia che si parli di mogle o marito.....tutti e due devono educare i figli entrambi si devono occupare della casa in cui tutti e due vivono quindi i "Doveri" sono uguali sia per uno che per l'altra

_________________
restituiamo la verga della fertilità all'abominevole uomo del fogliame


.oO BaKo Oo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Midnight
Moderatore
Moderatore
avatar

Femminile Numero di messaggi : 797
Età : 27
Localizzazione : Caput Mundi
Titoletto Personale : gatto traditoreeeh
Data d'iscrizione : 19.04.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 8:49 pm

allora. andiamo con ordine. innanzitutto, tu parli di ruolo del maschile e del femminile, di differenza di energie, e in effetti non hai tutti i torti. ma vedi, io in questa vita sono donna ma so con certezza che nella maggior parte delle mie vite precedenti sono stata uomo, motivo per cui ho difficoltà ad accettare quello che il mondo si aspetta da me solo perchè sono un essere femminile. ma io mi chiedo, perchè ci ricordiamo così poco spesso di essere un'anima con un corpo prima che un corpo con un'anima?
tu non hai idea, giano, di quanto sia maledettamente difficile essere una donna in ogni aspetto della vita, di quanto sia avvilente essere giudicata non come persona, ma subito in quanto femmina... come se dentro a questo corpo non si riuscisse a dimostrare tutto quello che valiamo, perché solo per il nostro aspetto induciamo negli altri una serie di parametri e considerazioni involontarie ( è donna, è giovane ecc.) che comunque vanno a pesare sul primo giudizio che gli altri danno di noi.

e se qualcuno vuole obbiettare il fatto che la nostra non è più una società maschilista, beh questo non è vero e basta pochissimo a dimostrarlo. uomini che lavorano e hanno la moglie casalinga ce ne sono a bizzeffe e per noi è una cosa normale, ma quante donne ci sono che lavorano mentre il marito sta a casa e fa il casalingo? e soprattutto, cosa pensa la società di questi uomini che si fanno "mantenere"? rispondo io, non ce n'è quasi. e ancora, uomini in carriera con famiglia ce ne sono tantissimi, ma le donne in carriera con famiglia sono di meno... vigliamo chiederci perchè? perchè a nessuno piace una routine fatta di pulizie, bambini e piatti da far trovare pronti in tavola. a nessuno.

di donne forti, giano, ce ne sono tante. la donna per sua natura sopporta meglio dell'uomo e spesso ha una tempra più forte. questo è un aspetto naturale. ma se permetti il mio ruolo lo decido io e solo io...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 8:53 pm

Midnight ha scritto:
allora. andiamo con ordine. innanzitutto, tu parli di ruolo del maschile e del femminile, di differenza di energie, e in effetti non hai tutti i torti. ma vedi, io in questa vita sono donna ma so con certezza che nella maggior parte delle mie vite precedenti sono stata uomo, motivo per cui ho difficoltà ad accettare quello che il mondo si aspetta da me solo perchè sono un essere femminile. ma io mi chiedo, perchè ci ricordiamo così poco spesso di essere un'anima con un corpo prima che un corpo con un'anima?
tu non hai idea, giano, di quanto sia maledettamente difficile essere una donna in ogni aspetto della vita, di quanto sia avvilente essere giudicata non come persona, ma subito in quanto femmina... come se dentro a questo corpo non si riuscisse a dimostrare tutto quello che valiamo, perché solo per il nostro aspetto induciamo negli altri una serie di parametri e considerazioni involontarie ( è donna, è giovane ecc.) che comunque vanno a pesare sul primo giudizio che gli altri danno di noi.

e se qualcuno vuole obbiettare il fatto che la nostra non è più una società maschilista, beh questo non è vero e basta pochissimo a dimostrarlo. uomini che lavorano e hanno la moglie casalinga ce ne sono a bizzeffe e per noi è una cosa normale, ma quante donne ci sono che lavorano mentre il marito sta a casa e fa il casalingo? e soprattutto, cosa pensa la società di questi uomini che si fanno "mantenere"? rispondo io, non ce n'è quasi. e ancora, uomini in carriera con famiglia ce ne sono tantissimi, ma le donne in carriera con famiglia sono di meno... vigliamo chiederci perchè? perchè a nessuno piace una routine fatta di pulizie, bambini e piatti da far trovare pronti in tavola. a nessuno.

di donne forti, giano, ce ne sono tante. la donna per sua natura sopporta meglio dell'uomo e spesso ha una tempra più forte. questo è un aspetto naturale. ma se permetti il mio ruolo lo decido io e solo io...

Questa donna risveglia la parte omosessuale di me, non c'è niente da fare. :faint:

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
Midnight
Moderatore
Moderatore
avatar

Femminile Numero di messaggi : 797
Età : 27
Localizzazione : Caput Mundi
Titoletto Personale : gatto traditoreeeh
Data d'iscrizione : 19.04.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 8:58 pm

ps. il contratto di matrimonio prevede che i coniugi si stiano reciprocamente vicini, che si aiutino, che si rispettino e che si amino. che crescano i figli in maniera adeguata e diano loro le basi per essere persone equilibrate che porteranno avanti la società. il come sta a loro deciderlo. mia madre ha sempre lavorato e non è mai stato un problema, nè per me nè per mio padre. tornavano a casa, stanchi tutti e due, e cucinavano insieme. perchè questo non lo prendi in considerazione?

pps. scusa il tono, ma temo che in questo momento la mia energia passiva stia per esplodere.

ppps.
g0rka ha scritto:
Questa donna risveglia la parte omosessuale di me, non c'è niente da fare.

je t'aime aussi :baloon:
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:07 pm

Midnight ha scritto:
ps. il contratto di matrimonio prevede che i coniugi si stiano reciprocamente vicini, che si aiutino, che si rispettino e che si amino. che crescano i figli in maniera adeguata e diano loro le basi per essere persone equilibrate che porteranno avanti la società. il come sta a loro deciderlo. mia madre ha sempre lavorato e non è mai stato un problema, nè per me nè per mio padre. tornavano a casa, stanchi tutti e due, e cucinavano insieme. perchè questo non lo prendi in considerazione?


Il contratto è squallido.
O meglio: fare le cose per contratto lo è. Per questo dicevo che i "doveri di moglie" (e i doveri coniugali in genere) non esistono! Ci devono essere basi, principi, accordi! Fare le cose perchè si deve farle secondo un qualche contratto o legge svilisce la ragione primaria per cui due persone di uniscono come coppia o in matrimonio: l'amore.



je suis à toi :kiss:

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:09 pm

Il matrimonio non è un contratto, è una promessa... -.- e si promette perché si ama e ci si rispetta...detto questo:

1. Gli aspetti principali, mi riferisco alla famiglia e a ciò che comporta avere una famiglia...

2. Io non ho mai detto che l'uomo che arriva a casa DEVE trovare il piatto pronto, quella è una questione di rispetto che ci vuole e che deve essere reciproco (come ho detto prima)

3. Ovviamente tutto è discutibile per questo non ho messo i principi ed i valori, perché i principi su cui mi baso io saranno diversi da qualli di un'altra persona... e via discorrendo, ovviamente io miro a trovare la donna che si muova con principi simili ai miei..

4. I doveri di moglie li ho annoverati come doveri naturali, perché dovrebbero nascere da dentro avendo come base il rispetto...
La sincerità, la fiducia, ecc non sono tanto una questione di coppia, ma di persone, se uno è sincero DEVE esserlo in rispetto al suo partner e in rispetto a se stesso, la sincerità è un valore così come la lealtà, ma sono tutti valori che dipendono dal rispetto...il Rispetto per me è l'unico vero valore... rispettare le scelte, i gusti, i modi, e tanto altro... e comprendere sempre la nostra metà...

5. Vedi con passività non intendo la passività, il subire, ma il muoveri... come lo spiego? vediamo allora per esempio, un pallina può cadere da un balcone per due motivi:
1. Attività, prendo la pallina e la lancio fuori.
2. Passività, rotolando la pallina cade dal balcone e per inerzia cade, attratta dalla forza di gravità

Non so se ho reso l'idea, vediamo negli eventi della vita che a volte ci sconvolgono, l'uomo reagisce in maniera attiva, ragiona troppo sul perché, è indeciso, ha fretta, è confuso (specie se perde la sua dolce metà), ma non lo dimostra..

Una donna per quanto possono reagire internamente in maniera simile o uguale, manifesteranno in maniera diversa... capito? Non sto riuscendo a trovare le parole corrette, mi sto solo avvicinando, insomma la passività che intendo io non si tratta di subire, ma di far fluire... mmm devo trovare le parole giuste.... -.-


Bako, io ho precedentemente detto proprio questo che il discorso che io faccio per la donna, di avere doveri, principi, rispetto, e tutto il resto, va fatto pure per l'uomo in maniera uguale...

Se parlo solo della donna è perché mi è stato chiesto secondo me, quale era il ruolo della donna...io ho detto la mia sulla donna specificando che lo stesso discorso lo farei sull'uomo...capito? ^^
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:14 pm

Perfetto, sei arrivato proprio dove volevo :asd:
La risposta alle tue esigenze probabilmente è trovare una donna che sia consapevole di avere dei doveri nei confronti dei propri figli e che tenti di essere un buon genitore, una donna che con te, come marito, metta davanti a tutto il rispetto e che lo ottenga a sua volta.
Per il resto, Janus, chiama una governante e il gioco è fatto!
Sarai un uomo felice! :asd:

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:15 pm

ah ah ah ah ah.... (senti mi serve un favore non mi entra nella sezione volti stregati per le foto, io vorrei metterne una mia, anche se non ho ben capito come si fa mi daresti una mano?)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Momo
Strega
Strega
avatar

Femminile Numero di messaggi : 82
Età : 29
Data d'iscrizione : 24.11.08

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:21 pm

Quoto in toto Midnight...
Quanto mi sta stretta la questione "sei donna, quindi sei debole"...Tra l'altro col lavoro che faccio, beh, si stupiscono in tanti...non sono molte le donne che si appassionano di programmazione, ma io non ci trovo niente di strano, anzi!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:25 pm

Io ho conosciuto un sacco di donne che studiano programmazione o che si laureano in informatica...anche io non ci trovo nulla di strano... comunque ti assicuro che anche a me da fastidio il discorso donna = debolezza, se la donna fosse debole, l'uomo non cadrebbe... Wink (parlando al di là della forza fisica ovviamente)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:29 pm

Janus ha scritto:
ah ah ah ah ah.... (senti mi serve un favore non mi entra nella sezione volti stregati per le foto, io vorrei metterne una mia, anche se non ho ben capito come si fa mi daresti una mano?)

Devi chiedere l'abilitazione al gruppo per accedere all'intera sezione "Noi le Streghe"
Guarda qui

P.s. Ho riletto la discussione... ti sei contraddetto un casino di volte :asd:

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 9:48 pm

Purtroppo a prima impatto sembra che mi contradico, ma rileggi oltre le righe, parto da concetti eterni, per arrivare più dentro, tutto il discorso si articola in questo modo:

RUOLI ---> DOVERI NATURLI ---> RISPETTO

La prima domanda che mi è stata fatta è stata che ruolo dovesse avere la donna, o meglio io che ne pensavo della donna che sta a casa ad accudire il marito...

ed io ho risposto in maniera superficiale, mi seccava arogmentare XD il perché e da cosa derivasse, specificando che il discorso era molto più sottile e non sono maschilista per questo valorizzare la donna nel suo ruolo di casalinga (per evitare freintendimenti), ma alla fine per spiegare meglio cosa intedessi per ruoli ho voluto spiegare come vedevo io i doveri naturali, e per speigare l'esistenza dei doveri naturali, sono ricorso al rispetto come principio unico e vero...

In sintesi i ruoli sono dati dal rispetto reciproco che dovrebbe esserci.... ^^
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 10:01 pm

(Gorka non per sgonfiarti l'aureola, ma non mi fa scrivere nemmeno la richiesta, dice che non posso...)
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
g0rka
Admin
Admin
avatar

Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 10:30 pm

Janus ha scritto:
(Gorka non per sgonfiarti l'aureola, ma non mi fa scrivere nemmeno la richiesta, dice che non posso...)

Bhè comeunque la tua richiesta è già messa ai voti da qualche giorno Razz

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
Midnight
Moderatore
Moderatore
avatar

Femminile Numero di messaggi : 797
Età : 27
Localizzazione : Caput Mundi
Titoletto Personale : gatto traditoreeeh
Data d'iscrizione : 19.04.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 10:53 pm

Janus ha scritto:
Il matrimonio non è un contratto, è una promessa... -.- e si promette perché si ama e ci si rispetta...

ma dai, meno male che me lo hai detto altrimenti non lo avrei mai indovinato xD ho detto "contratto di matrimonio" per sottolineare il fatto che è un vincolo, un impegno, non per dire che è qualcosa di artificiale e deciso a tavolino Rolling Eyes

ok, volevi valorizzare la donna nel suo ruolo di casalinga, capito. ora però facciamo un esempio: mettiamo per assurdo che tutte le donne del mondo decidano, sentendosi consone a quel ruolo, di restare a casa, badare ai figli e occuparsi della famiglia, mentre ogni altro lavoro è svolto dagli uomini... dove sta il fantomatico equilibrio di yin e yang se l'uomo può esprimersi in tutte le sue sfaccettature mentre la donna ha solo uno sbocco possibile?
altra domanda:

Janus ha scritto:
In sintesi i ruoli sono dati dal rispetto reciproco che dovrebbe esserci.... ^^

quindi se una donna lavorasse tutto il giorno mentre il marito sta a casa, bada ai figli e si occupa della famiglia andrebbe bene a patto che ci fosse rispetto reciproco per il proprio "ruolo"?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 11:21 pm

Gorka:

Vero non lo sapevo...da qualche giorno a richiesta...mmm -.-! Be tanto meglio...

Ma io non ho detto che la donna DEVE stare a casa per forza, ho scritto che può anche lavorare, può fare quello che vuole, basta che non trascuri quei doveri naturali di cui parlavo nella post precedente...

Midnight ti risponderò sinceramente, starei volentieri a casa, a farmi mantenere da mia moglie, però badando alla casa ed ai figli, solo che nei miei confronti e nei suoi, non mi sentirei poi così uomo, a far sgobbare mia moglie...capito? (purtroppo sono un pò complesso per questo è difficile starmi dietro -.- )
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Midnight
Moderatore
Moderatore
avatar

Femminile Numero di messaggi : 797
Età : 27
Localizzazione : Caput Mundi
Titoletto Personale : gatto traditoreeeh
Data d'iscrizione : 19.04.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 11:28 pm

Janus ha scritto:

Midnight ti risponderò sinceramente, starei volentieri a casa, a farmi mantenere da mia moglie, però badando alla casa ed ai figli, solo che nei miei confronti e nei suoi, non mi sentirei poi così uomo, a far sgobbare mia moglie...capito?

ma dai, sul serio ti andrebbe bene startene tutta la vita a casa senza altra prospettiva a lungo termine che quella di cambiare le tende del salotto? ti credevo un tipo più attivo... Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Janus
Strega
Strega
avatar

Maschile Numero di messaggi : 120
Età : 29
Localizzazione : Siracusa Sicilia
Titoletto Personale : Tutto è mutamento continuo - Panta rei os potamos
Data d'iscrizione : 21.05.09

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Lun Mag 25, 2009 11:50 pm

Ma stare a casa non vuol dire che la sera non puoi uscire, non vuol dire che non puoi studiare l'esoterismo, non vuol dire che non puoi allenarti... puoi fare molte cose, quando vivevo a Catania con i miei amici, io mi occupavo della casa, per cucinare e pulire, poi trovavo il tempo di allenarmi, il tempo di studiare, il tempo per studiare l'esoterismo, per lavorare il das e il tempo di uscire la sera...

Però ti ripeto, se mia moglie lavora non vedo perché devo stare a casa...non sarebbe giusto, per come sono io per i miei bisogni, non mi sentirei un uomo se non fossi in grado di mantenere io mia moglie, capito, non è un discorso che lei non ne sarebbe capace, ma sono io che voglio prometterle una vita tranquilla, relativamente semplice, e divertente (con sfrenate passioni ovviamente) XD
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Momo
Strega
Strega
avatar

Femminile Numero di messaggi : 82
Età : 29
Data d'iscrizione : 24.11.08

MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   Mar Mag 26, 2009 12:06 am

Gli hobby non sono tutto nella vita...Dopo un pò vuoi sentirti UTILE, e certo non sarai mai utile a casa a lavare i piatti e a lavorare il das...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: Il ruolo della donna   

Tornare in alto Andare in basso
 
Il ruolo della donna
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 2Andare alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Giornata Internazionale della Donna - 8 Marzo
» I cambiamenti nel corpo della donna dopo il parto
» ASSO DI PICCHE
» GLI ARCANI MAGGIORI E LE DESCRIZIONI FISICHE
» Contraccezione naturale --> Il ruolo della religione

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: VARIE :: Il salotto della Strega :: Off topic-
Andare verso: