Ci siamo trasferiti a questo indirizzo: http://themorrigan.forumfree.net/
Vieni a trovarci sul nuovo forum!



 
PortaleIndiceGalleriaChatGuestbookFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Palore di Omraam Mikhaël Aïvanhov

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
g0rka
Admin
Admin


Femminile Numero di messaggi : 2013
Età : 27
Localizzazione : Avvolta dalle fiamme di Loki
Titoletto Personale : g0rka the trickster
Data d'iscrizione : 09.12.07

MessaggioOggetto: Palore di Omraam Mikhaël Aïvanhov   Mer Apr 15, 2009 1:59 pm

"Finché gli uomini e le donne non ritroveranno il valore della sublimazione della forza sessuale,
saranno sempre delusi dalle loro esperienze amorose. Quando provano attrazione,
desiderio reciproco, perché vogliono subito soddisfarlo?
Perché non cercano invece di acquistare quella padronanza di sé che potrebbe fare di loro degli esseri superiori?
Certo è difficile, ma se cominciassero a prendere l'abitudine di controllarsi,
a poco a poco saprebbero utilizzare questo slancio per scatenare in loro delle forze di natura più sottile,
grazie alle quali potrebbero fare delle scoperte magnifiche e migliorarsi.
Sì, migliorarsi, perché quello che provano è un impulso molto benefico, solo che bisogna imparare ad utilizzarlo.
Quindi, per quanto è possibile, che si accontentino di guardare con meraviglia l'altro,
ringraziando la Madre Divina e il Padre Celeste dell'energia che ha dato loro.
Così facendo conosceranno stati di coscienza di grande poesia e di grande elevazione,
e l'esistenza sembrerà loro più bella e più ricca."

"Prima o poi nella vita potrebbe capitarvi di essere vittime di un'ingiustizia:
accuse prive di fondamento, giudizi errati da parte di persone che vogliono nuocervi e distruggervi.
Sappiatelo e preparatevi ad affrontare queste situazioni per evitare, quando vi capiteranno,
che in voi abbiano il sopravvento il turbamento, il dolore o il desiderio di vendicarvi.
L'unico buon atteggiamento da tenere in questi casi è quello di continuare a lavorare su voi stessi.
Ditevi che tutto ciò che è ispirato dal mondo divino resterà e brillerà un giorno in tutto il suo splendore,
mentre i colpi bassi, gli intrighi e i complotti anche se hanno successo per un po', sono condannati prima o poi alla sconfitta.
Lasciate perciò che le persone ingiuste e cattive affondino, se vogliono, nella propria palude:
non faranno altro che indebolirsi e impoverirsi, perché non sanno quanto siano terribili le leggi nei confronti di chi è servo della gelosia,
della menzogna e dell'odio. La potenza del cielo è infinita: lavora impercettibilmente,
ma inesorabilmente, e tutto finisce per volgersi a favore di coloro che hanno messo al centro della loro vita un ideale sublime di bellezza e di amore,
per l'avvento del Regno di Dio e la fratellanza nel mondo."

"Sole in apparenza gli uomini hanno risolto il problema della vita collettiva.
Se, esteriormente, essi hanno formato delle nazioni, organizzato società i cui membri si sostengono a vicenda,
dove tutti sono al servizio di tutti e possono approfittare di ogni cosa,
interiormente essi restano isolati, aggressivi, ostili gli uni verso gli altri.
Tutti i progressi che sono riusciti a realizzare nella vita materiale, nel campo dell'organizzazione e delle tecnica,
non hanno saputo trasferirli nella vita interiore.
Ecco perché, malgrado tutti questi progressi, l'umanità soffre ancora degli stessi mali:
guerra, miseria, fame, oppressione e in proporzioni fino ad oggi sconosciute.
Bisogna ormai comprendere che i veri miglioramenti si avranno solo grazie a un profondo cambiamento della mentalità.
È sul piano psichico e spirituale che gli uomini devono sentirsi legati in modo da riuscire a formare l'unica, vera società:
la fratellanza universale interiore. Quando ciascun individuo si sforzerà di raggiungere la coscienza superiore dell'unità,
allora le società, i popoli e le nazioni cominceranno a vivere nella pienezza e nella libertà."

"Le creature e gli oggetti del mondo visibile permettono,
a colui che sa come lavorare con il pensiero, di entrare in relazione con le entità spirituali di cui sono la corrispondenza materiale.
L'oro, per esempio, è una condensazione della luce solare,
e se prendete un oggetto d'oro fra le mani, per mezzo suo potrete toccare le entità del sole.
Allo stesso modo, respirando coscientemente il profumo di una rosa, contemplandola e accarezzandone i petali,
entrerete in contatto con le entità della regione di Venere,
la regione dell'amore spirituale, e il vostro amore sarà purificato e nobilitato."

""Si può capire benissimo che ognuno si pronunci secondo le sue
facoltà, le sue capacità, il suo temperamento, i suoi bisogni: è
normale. Ma se qualcuno dice: «A questo credo, a quest'altro non
credo», con la certezza di enunciare una verità eterna, dà prova
di presunzione. Come se bastasse che egli creda o non creda
perché quella sia la verità! Non si tratta di credere o non
credere, bensì di studiare, di verificare. È così che ci si
avvicina alla verità.
Chi dice: «credo», ha analizzato perché crede? Che cosa ha
ispirato quella sua credenza? A quante cose credono gli esseri
umani perché fa comodo a loro, perché piace a loro, perché
corrisponde ai loro bisogni, alla loro sensibilità, ai loro
interessi!. Ebbene, credano pure a tutto ciò che vogliono, ne
hanno il diritto, ma non pensino che ciò in cui credono sia la
verità assoluta, e soprattutto smettano di volerla imporre agli
altri! "

_________________
We will touch the divine through kisses catharsis

- MORRIGAN's daughter -
- LOKI's lover -

"[...] e il nostro motto:
SiC GORGIAMUS ALLOS SUBJECTATOS NUNC...
Con delizia banchettiamo di coloro che vorrebbero assoggettarci... e non è tanto per dire! "
Morticia - The Addams Family

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://themorrigan.forumfree.it/
 
Palore di Omraam Mikhaël Aïvanhov
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: VARIE :: La piuma d'oca :: Parole importanti-
Andare verso: