Ci siamo trasferiti a questo indirizzo: http://themorrigan.forumfree.net/
Vieni a trovarci sul nuovo forum!



 
PortaleIndiceGalleriaChatGuestbookFAQCercaRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 Belladonna

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
*)O(Talenos)O(*
Moderatore
Moderatore


Maschile Numero di messaggi : 103
Età : 25
Data d'iscrizione : 30.05.08

MessaggioOggetto: Belladonna   Mar Lug 08, 2008 12:37 pm

Il suo nome scientifico è ATROPA BELLADONNA.

Ecco che già nel nome porta il simbolo della sua pericolosità, ATROPA le viene, infatti, dalla parca Atropo, colei che recideva il filo della vita dell’individuo…
Fa parte della famiglia delle solanacee. Non è molto facile incontrarla, cresce per lo più nei boschi e tra questi preferisce i faggeti.

Ogni sua parte è velenosissima e pericolosa quindi attenzione a non farvi prendere da storie e “tradizioni” perché, benchè usata nelle giusti dosi abbia grandi doti curative, il rischio che si corre è quello di una paralisi respiratoria che porta alla morte.

Attenzione: anche una sola bacca può essere letale per un bambino!

La belladonna si presenta come un arbusto che può raggiungere i 150 cm di altezza, ha grandi fiori a campanula formati da cinque petali che sbocciano tra giugno e settembre e bacche che dapprima sono verdi e poi diventano bruno-violetto, quasi nere e somigliano per forma e dimensioni alle ciliegie, la maturazione avviene tra luglio e novembre.

E’ assolutamente sconsigliato tentare dei decotti, infusi o altri usi medicinali, infatti l’alcaloide in essa contenuto (che agisce direttamente sul sistema nervoso) resta attivo anche con la cottura.Causa deliri violentissimi.

E' usata anche come impiastro, linimento e pomata per uso esterno nella cura, ad esempio, delle contusioni.

In omeopatia viene utilizzata nel trattamento delle sintomatologie del cavo orale (tracheiti, tonsilliti, etc) e nella cura di febbre da influenza.

In antichità veniva utilizzata per facilitare le protezioni astrali e le visioni profetiche.

Per le sue qualità di potente sedativo venne, ironia della sorte, usata nei processi di stregoneria al fine di far dire alle donne ciò che l’inquisitore voleva sentir loro dire…

Coltivazione: La pianta preferisce un terreno drenante e calcareo, ed un esposizione alla luce diretta o parziale ombra. Il terreno dovrebbe essere sempre mantenuto umido. La propagazione tramite seme dovrebbe avvenire ai primi di Marzo, considerando anche il fatto che la germinazione può durare anche 4-6 settimane. Appena raggiunti i 2cm circa di altezza, le piantine vanno disposte a circa 45cm di distanza l'una dall'altra. Una volta trapiantate vanno bagnate e risposte all'ombra per diversi giorni. Durante il primo anno le piante cresceranno fino a 45cm di altezza e fioriranno in Settembre. A questo punto è conveniente separare ulteriormente le piante (1 metro) per evitare sovraffollamento durante il secondo anno. I peggiori nemici della belladonna sono le lumache, gli afidi e le mosche bianche.

EVITARE DI TOCCARLA.



fonte: http://portale.wicca.it/forum/index.php?topic=16528.0



chiedo inoltre enorme cautela con coloro che vogliano intraprendere lo studio ti tale creatura
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
Belladonna
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Raffreddore, mal di gola, influenza in gravidanza

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: MAGICA ARTE :: Hocus Pocus :: Magia verde-
Andare verso: